Chi siamo

IlParadosso

cropped-IlParadosso1.jpgIl Paradosso nasce con un obiettivo che è insieme culturale e politico: concorrere a fare del Parco del Cilento e del Vallo di Diano una città territorio, realtà intermedia tra i comuni e la Regione che, dopo l’abolizione delle Province, appare oltremodo necessaria.

Il problema è come superare vecchie e fossilizzate divisioni e costruire un’identità nuova legata all’esperienza e alla creatività dell’oggi.
Un tempo che impone vestiti diversi in sintonia con la modernizzazione e la globalizzazione.

Il Parco è uno dei nove ambiti in cui è stata divisa la Regione con il piano territoriale e gode di un privilegio rispetto agli altri otto: ha una legge istitutiva che ne regola il funzionamento che va modificata per rafforzarne gli aspetti produttivi e mitigarne quelli inutilmente vincolistici; e ne vanno altresì ampliate le funzioni con deleghe regionali, come avverrà, fatte le dovute differenze, per l’area metropolitana di Napoli.

Bisogna perciò ripensarlo come un ente preposto anche alla gestione dei servizi comuni per fare sistema.

Fino ad oggi ha svolto una funzione difensiva per il riconoscimento e la tutela dei diritti della natura, della storia e dei luoghi, ma ora giace inanimato, distaccato dal vissuto, bisogna farlo rivivere. Parte da qui la sfida, il paradosso della vita nel luogo del paradosso della filosofia.

Lo spazio, scriveva Foucault nel 1967 – è nel medioevo un insieme gerarchizzato di luoghi. Con Galileo il luogo si dissolve nello spazio infinito…

Continua